IpertensioneNews.net


News

L’incidenza di tosse con gli ACE-inibitori nel mondo reale è più alta rispetto a quella riportata nelle scheda tecnica

Una meta-analisi ha trovato che l'incidenza della tosse, associata agli ACE-inibitori, e il tasso di interruzione della terapia, è sottoriportata nelle schede tecniche di questi farmaci.
La ricerca ha mostrato che l'incidenza di tosse con gli ACE-inibitori in letteratura è circa 10 volte più alta rispetto a quella stabilita nei profili autorizzati di prodotto.

La revisione ha preso in esame 125 studi per un totale di 198.130 pazienti.

Analizzando i dati, l'incidenza cumulativa pesata di tosse secca per Enalapril ( Enapren ) è stata pari all'11.48%; una percentuale 9 volte maggiore rispetto a quella riportata nel PDR ( Physicians' Desk Reference ) e nella scheda tecnica del farmaco ( 1.3% ).

Il tasso di sospensione di Enalapril a causa della tosse era 2.57%, un valore 31 volte più elevato, rispetto al tasso riportato di 0.1% nella scheda tecnica / PDR.

I risultati sono stati simili anche per gli altri ACE-inibitori.

La metanalisi ha poi confermato che l'incidenza della tosse è significativamente inferiore con gli altri antipertensivi ( calcioantagonisti, betabloccanti, diuretici e sartani ), rispetto agli ACE-inibitori nel loro complesso. ( Xagena News )

Fonte: American Journal of Medicine, 2010